Salta al contenuto

10 cose che potresti non sapere su LISTERINE®

Ecco tutto ciò che c’è da sapere sull’incredibile storia della marca di collutori n. 1 raccomandata dai dentisti.

Il quartetto Listerine

Conosci la leggendaria storia di LISTERINE®? Potrebbe essere il momento giusto per un bel ripasso! Dietro il marchio di colluttori numero 1 raccomandato dai dentisti ci sono oltre 100 anni di scienza.

Dalle informazioni sulla formula a un approfondimento sulle origini del nome: ecco tutto ciò che c’è da sapere sull’incredibile storia di LISTERINE®.

1. L’uomo che ha dato il nome a LISTERINE®

Ritratto di Sir Joseph Lister

Cosa cela un semplice nome? Nel caso di LISTERINE®, la risposta è: una vera “eredità storica”.

Il celebre collutorio antisettico prende nome da Sir Joseph Lister, un medico e chirurgo britannico che nel 1865 ha compiuto enormi progressi scientifici.

Ispirato alle teorie del chimico francese Louis Pasteur, tra i primi a ipotizzare che le infezioni fossero causate da germi invisibili, Sir Lister divenne il primo chirurgo a eseguire un intervento in una stanza sterilizzata con una sostanza antisettica in polvere.

Come si può immaginare, fu una scoperta eccezionale nel XIX secolo. Il successo del suo esperimento portò a un drastico calo del tasso di mortalità dei pazienti, motivo per cui è considerato il “padre della chirurgia moderna”.

Quindi possiamo ammetterlo, il dottor Joseph Lister è stato una pietra miliare della storia. Ma perché il nostro collutorio ha preso nome da lui?

2. La storia di LISTERINE® risale a più di 130 anni fa

Verso il 1879, un medico di St. Louis di nome Joseph Lawrence creò una formula unica che funzionava sia come liquido antisettico sia come disinfettante dalle proprietà germicide. Lawrence decise di chiamare la sua formula LISTERINE® per rendere omaggio al dott. Joseph Lister.

Gli ingredienti di cui aveva bisogno furono acquistati da Jordan Wheat Lambert, un farmacista locale. Successivamente, Lambert ottenne in licenza la formula da Lawrence, dando vita alla Lambert Pharmacal Company.

Lambert sapeva di avere tra le mani qualcosa di speciale ma non sapeva come renderla accessibile al grande pubblico. Almeno, non all’inizio.

Bottiglie di Listerine in sughero.jpg

3. La crisi d’identità di LISTERINE®

Jordan Wheat Lambert aveva chiaramente in mano una formula dal valore inestimabile, ma come poteva essere usata esattamente?

Anche se il dott. Joseph Lawrence aveva creato un disinfettante chirurgico dalle proprietà germicide, né troppo aggressivo né irritante, lo scopo ultimo della sua formula non era immediatamente chiara, né a lui né a nessun altro.

Lawrence credeva che il suo prodotto sarebbe stato vantaggioso per i medici, i quali avrebbero potuto usarlo per migliorare la salute pubblica. Questa è una delle ragioni per cui LISTERINE® è orgogliosa di mostrare i suoi ingredienti sull’etichetta. Anche se oggi ci sembra qualcosa di normale, all’epoca fu una vera svolta epocale. Nel novembre 1952, in un articolo uscito sulla rivista Modern Packaging, compare una bottiglia di LISTERINE® i cui ingredienti sono esposti in modo del tutto evidente sulla confezione. È stato quindi uno dei primi prodotti a farlo (se non il primo).

Nel 1895, Jordan Wheat Lambert iniziò a vendere LISTERINE® ai dentisti come antisettico orale.

Listerine_ads_LHJ_dic_1929.jpg

4. LISTERINE® e “l’origine dell’alitosi”

È opinione comune che l’alitosi, ovvero la condizione che provoca alito cattivo, sia stata “inventata da LISTERINE®”, ma ovviamente non è così. Il primo uso del termine “alitosi” apparve in un oscuro tomo del 1874 del dottor Joseph William Howe intitolato The Breath, and the Diseases Which Give It a Fetid Odor (L’alito e le malattie che gli conferiscono un odore cattivo).

È interessante notare che sono stati i due figli di Jordan Lambert a usare questo termine e contribuire alla sua diffusione, trasformando LISTERINE® in un prodotto estremamente popolare. I due hanno richiesto al chimico della Lambert Pharmacal Company di elencare ogni possibile uso di LISTERINE® prima di portarlo sul mercato.

Uno dei vantaggi del prodotto era proprio quello di eliminare l’“alitosi”, una parola che iniziò a circolare nei materiali di marketing con un connotato scientifico dal risvolto sociale “sconveniente”, insomma un bel problema a cui LISTERINE® poteva rimediare.

Nessuno è felice di avere l’alito cattivo, quindi questa strategia pubblicitaria si rivelò incredibilmente efficace. Una pubblicità del 1928, indelicatamente accompagnata dallo slogan “L’alitosi ti rende impopolare”, risulta piuttosto “cruda” ma centra senza dubbio l’obiettivo.

“Per quanto tu sia affascinante o voglia bene ai tuoi amici, non puoi aspettarti che sopportino il tuo alito (sgradevole) per sempre. Potrebbe essere una cosa normale per te, ma per loro è un grande sforzo”.

IMG_7070.jpg

5. L’originalità delle pubblicità LISTERINE®

Nel corso degli anni, LISTERINE® ha lanciato diverse pubblicità memorabili.

Come riferisce Bustle: “Posizionandosi come un must-have per tutte le donne, le vendite di LISTERINE® hanno registrato un boom. Da circa 100.000 dollari nel 1921, l’azienda ha incassato oltre 4 milioni di dollari nel 1927...”

Successivamente, nel corso degli anni, le pubblicità di LISTERINE® hanno abbracciato il senso dell’umorismo. Una campagna particolarmente memorabile vedeva la presenza di una bottiglia di LISTERINE® accanto alla statua di un gargoyle sulla Cattedrale di Notre Dame, a Parigi, in Francia. La didascalia? “Gargoyle con LISTERINE®”.

In una campagna più recente del 2021, LISTERINE® invita i consumatori a “Sentire il Whoa!”, in modo che possano godere appieno di “l’intensità, la gioia e la pulizia”. La campagna si inserisce all’interno del continuo impegno del marchio per raggiungere i consumatori e ricorda loro che il prodotto non serve solo a deodorare l’alito: lascia una bocca più pulita e sana, essenziale per la salute generale.

Niente da eccepire.

6. Le bottiglie di plastica sono state introdotte solo nel 1994

LISTERINE® è stato venduto in bottiglie di vetro goffrate per moltissimi anni. E anche se i primi tappi di sughero sono stati alla fine sostituiti da un tappo a vite più moderno, la confezione non è cambiata molto fino al 1994, quando sono state introdotte le bottiglie di plastica.

7. La formula di LISTERINE® ha superato il test del tempo

Evoluzione del flacone di Listerine

La formula di LISTERINE® è composta da quattro oli essenziali che assicurano una potente protezione contro la placca e i germi che causano l’alito cattivo.

  • Eucaliptolo: proviene da alberi prevalentemente presenti in Australia, e agisce come agente antibatterico.
  • Mentolo: identico al mentolo presente nella menta naturale, è noto per le sue proprietà germicide.
  • Metile salicilato: identico al metile salicilato presente nella Gaultheria, questo olio essenziale si trova spesso anche nelle gomma da masticare per via del suo sapore rinfrescante.
  • Timolo: identico al timolo contenuto nelle foglie di timo naturale e nell’erba di jowan, la ricerca continua a dimostrare l’efficacia di questo olio essenziale nella lotta contro i batteri.

Questa formulazione unica composta da quattro oli essenziali penetra nel biofilm della placca uccidendo i germi in quasi il 100% della bocca.

La parte più interessante? Secondo Michael C. Lynch, DMD, PhD, Direttore, Fellow, Global Scientific Engagement-Oral Health di Kenvue:

“La quantità utilizzata dei quattro oli essenziali è rimasta la stessa fin dalla prima formulazione di Listerine. Questa combinazione è rimasta sostanzialmente invariata da quando è stata creata per la prima volta oltre un secolo fa, cosa che, personalmente, ritengo assolutamente affascinante”.

8. Nuovi dati su LISTERINE® e riduzione della placca

Sebbene il filo interdentale svolga un ruolo importante nella rimozione della placca e dei residui di cibo incastrati tra i denti raggiungendo il margine gengivale, nuovi studi clinici dimostrano che l’uso regolare di LISTERINE® Antisettico offre ai pazienti una riduzione della placca cinque volte più duratura al di sopra del margine gengivale tra una visita di igiene dentale e l’altra rispetto alla sola spazzolatura e all’uso del filo interdentale.1

Seguendo più di 350 soggetti con vari livelli di gengivite, questi studi a lungo termine sono stati supervisionati da un dentista presso una struttura di ricerca clinica esterna. I risultati hanno dimostrato che l’aggiunta del collutorio antisettico di LISTERINE® alla routine quotidiana di igiene orale ha permesso di ridurre in modo significativo la placca interdentale e quella di tutta la bocca.

Bottiglia Whoa di Listerine.jpg

9. Supportare la diversità in odontoiatria

LISTERINE® si impegna a colmare il divario di equità in tema di salute orale sostenendo le comunità più bisognose attraverso una maggiore istruzione, l’accesso e il sostegno nell’igiene orale.

Gli studi dimostrano che più del 12% della popolazione nazionale è di etnia afroamericana. Tuttavia, meno del 4% dei dentisti si identifica come appartenente a questa etnia. Esiste anche una grave disparità nell’accesso all’assistenza orale. Negli Stati Uniti, il 40% degli adulti afroamericani convive con carie dentali non trattate.

LISTERINE® ha collaborato con l’agenzia culturale Compound coinvolgendo artisti di spicco del panorama nero e studiosi nella realizzazione di bottiglie in edizione limitata, un brano musicale, contenuti digitali e sociali e donazioni. Una parte dei proventi della “The Whoa Collection” sarà devoluta al programma di Increasing Diversity in Dentistry (IDID), un’organizzazione no profit che fornisce soluzioni alle disparità razziali nella forza lavoro in campo odontoiatrico coltivando, assistendo e guidando gli studenti delle minoranze sottorappresentate.

Migliorando la rappresentazione dei neri e aumentando la percentuale di dentisti neri, LISTERINE® intende influenzare positivamente la comprensione, i comportamenti e l’accesso all’igiene orale.

Listerine scaffale new.jpeg

Nel 2023, LISTERINE® vanta oltre 100 anni di esperienza nel campo della scienza, ingredienti di altissima qualità e un prodotto rivitalizzante ed efficace che uccide il 99,9% dei germi che causano alito cattivo, placca e gengivite. Il collutorio al fluoro LISTERINE® aiuta a mantenere la salute orale con efficacia comprovata e scienza clinica portando eccellenti risultati.

In qualità di marchio n. 1 di colluttori a livello globale e il colluttorio ad essere maggiormente raccomandato dai dentisti negli Stati Uniti, LISTERINE® continua ad ampliare la sua gamma di offerte, che giorno dopo giorno trovano posto in milioni di bagni e armadietti in tutto il mondo. Dalla terapia gengivale al controllo del tartaro fino alla cura totale, LISTERINE® risponde a ogni esigenza.

Oggi LISTERINE® è un momento irrinunciabile nella routine di igiene orale di moltissime persone al mondo all’inizio della giornata o prima di andare a letto. Ecco altri 100 anni di protezione dei denti, di promozione di sane abitudini quotidiane e di miglioramento della salute orale.


1. rispetto a un Bottle2. *Riduzione sostenuta della placca dopo una pulizia dentale. L’utilizzo del prodotto non sostituisce l’uso dello spazzolino o del filo interdentale. Utilizza il prodotto solo come indicato.

Powered by Translations.com GlobalLink OneLink SoftwarePowered By OneLink